Tesoreria

Tesoreria

In questa sezione di 4uattro sono presenti le seguenti procedure:

  • Presentazione effetti
  • Analisi portafoglio
  • Presentazione bonifici
  • Scadenziario
  • Cash flow
  • Riconciliazione bancaria
  • Piano finanziario
  • Movimenti finanziari
  • Anticipazione credito
  • Impostazione piano

Presentazione effetti

La presentazione degli effetti consente di preparare le distinte effetti, selezionandoli per scadenza, data documento, singolo clienti, gruppo commerciale o amministrativo, o banca di appoggio.

Una volta confermato il filtro con il tasto CERCA verranno presentati gli effetti e sarà possibile selezionarli manualmente. Se si vuole averli in automatico già selezionati, nel filtro iniziale basterà cliccare sul check ‘Seleziono automaticamente gli effetti’.

E’ possibile modificare ABI e CAB per il singolo effetto.E’ quindi necessario selezionare la banca di appoggio e confermare la data della distinta. Verrà quindi assegnato un numero progressivo per anno della distinta. Nella stampa del report di controllo della distinta vengono presentati eventuali dati mancanti (abi o cab per il clienti o abi per la banca di appoggio).

Una volta confermata si potrà esportare il file da caricare nell’home banking. Il file viene memorizzato nel File Manager sotto la cartella Amministrazione-Effetti.

E’ possibile modificare o annullare una distinta effetti, ricercandola dal filtro (indicando il numero 2017-00001).

 

Analisi portafoglio

La procedura di analisi portafoglio consente di visualizzare o stampare la situazione delle distinte, analisi del portafoglio per banca o per clienti.

I filtri che si possono utilizzare sono: scadenza, data documento, clienti, gruppo commerciale, banca.

La situazione distinte presenta l’elenco delle distinte presentate con le scadenza minime e massime, il numero di effetti ed il totale; cliccando sulla distinta vengono presentati i singoli effetti

L’analisi per banca  totalizza per banca tutte le distinte presentate con il dettaglio dei tre mesi successivi rispetto alle scadenza richieste. Cliccando sulla riga vengono presentati i singoli effetti

L’analisi per clienti totalizza per cliente tutte le distinte presentate  con il dettaglio dei tre mesi successivi rispetto alle scadenza richieste. Cliccando sulla riga vengono presentati i singoli effetti

 

Presentazione bonifici

 

Scadenziario

La procedura consente di visualizzare o stampare  lo scadenzario clienti, fornitori o entrambi.

Il filtro consente di selezionare le scadenze, un singolo cliente ed un agente (solo per i clienti), uno o più mastri, i gruppi commerciali ed amministrativi. Oltre allo scadenziario clienti-fornitori ordinato per data o conto è possibile ottenere il flusso di cassa, in cui vengono presentati per singola sede il totale da incassare e da pagare suddiviso nei tre mesi successivi alla scadenza, entro il 31.12 dell’anno in corso e oltre. Cliccando sulla riga vengono presentate le singole scadenza. Se nel filtro viene indicato ‘con dettaglio scaduto nei flussi’, verranno presentati nei dettagli anche tutti i documenti già scaduti. In caso di report, cliccando sul ‘dettaglio dei documenti’ viene presentato il dettaglio dei singoli documenti della scadenza.

E’ possibile escludere le pratiche al legale o i clienti insolventi. La definizione delle pratiche al legale o degli insolventi viene gestita nel programma degli estratti conto.

E’ possibile inoltre stampare lo scadenziario creato dai documenti con una particolare valuta o stampare tutti i movimenti con i controvalori in divisa utente ( senza nessuna esclusione). Se invece si vogliono stampare solo i movimenti registrati in divisa utente, escludendo quindi tutte le altre valute, è indispensabile cliccare sul check ‘solo in divisa utente’.

Cash Flow

La procedura del cash flow analizza la situazione delle casse / banche , lo scadenzario clienti e fornitori, ordini e ddt di vendita ed acquisti e spese mensile previsionali.

Per poter elaborare velocemente il cash flow è necessario impostarlo inizialmente completando il filtro e memorizzandolo. In questo modo potrà essere calcolato velocemente, modificando solo la richiesta di un analisi mensile, trimestrale o semestrale.

Il totale liquidità è calcolato sommando il totale banche c/c ordinario, gli effetti all’incasso e le casse.
Il saldo viene calcolato sommando al totale liquidità lo scaduto da incassare e detraendo lo scaduto da pagare.
Vengono inoltre presentati a scopo informativo i saldi dei conti anticipo fatture e degli effetti all’anticipo.

Il saldo previsionale viene calcolato sommando gli ordini vendita aperti con consegna nel mese,
i ddt in consenga nel mese e non ancora fatturati e detratte le spese generali del mese e gli ordini acquisti con consegna nel mese. Vengono inoltre presentati, anche se non calcolati, gli effetti in scadenza nel mese.

Riconciliazione bancaria

Per effettuare la riconciliazione bancaria è necessario verificare che il conto della banca sia stato inserito indicando che prevede la gestione finanziaria ed inserire i dati della prima riconciliazione ( saldo e data di inizio nella tabella dei conti).

La riconciliazione bancaria consente di verificare gli estratti conto bancari con i movimenti registrati. L’attività è simile a quella effettuata manualmente, spuntando i singoli movimenti. Verrà quindi alimentato il totale riconciliato, che sommato all’ultimo saldo riconciliato darà il saldo finale della banca.

Una volta riconciliati i movimenti e cliccato il bottone ‘Riconcilia’ verrà salvata l’ultima data riconciliata. Questa data bloccherà la registrazione sul conto in data antecedente, in modo da non variare i movimenti riconciliati. Modificando la data dell’ultima riconciliazione nei conti, sarà possibile riaprire il periodo.

E’ possibile visualizzare o stampare la riconciliazione in tre modalità diverse:

  • solo i movimenti da riconciliare
  • tutti i movimenti del periodo, sia riconciliati sia da riconciliare (per questi ultimi vengono considerati tutti i movimenti non riconciliati dalla data di inizio analisi)
  • solo i movimenti riconciliati alla data inserita

Con il bottone esporta è possibile creare un file excel con tutti i movimenti selezionati.

 

Piano finanziario

Il piano finanziario consente di analizzare i flussi previsionali di cassa mese per mese, suddividendo i dati per i singoli conti bancari e analizzando la disponibilità dei fidi e dei conti all’anticipo. Mentre con il cashflow di 4uattro si ha una visione immediata dei flussi di cassa con semplici elaborazione da parte dell’utente,  considerando solo lo scadenziario e semplici costi fissi, con il piano finanziario è invece possibile impostare dei movimenti previsionali, analizzare lo scadenziario e verificarne incassi-pagamenti, gestire l’anticipazione del credito e dare anche delle priorità .

 

Movimenti finanziari

In questa procedura avviene il reale calcolo del piano finanziario, con la possibilità di inserire manualmente dei movimenti o variare quelli impostati. Appena si entra nella procedura viene presentato il filtro per calcolare o ricercare un periodo.

Per prima cosa è necessario creare il piano finanziario del mese selezionato, utilizzando il bottone CALCOLA e indicando il tipo di calcolo: da impostazioni ( crea tutti i movimenti inseriti dalla tabella impostazioni piano), dallo scadenziario (leggendo tutte le fatture attive-passive in scadenza nel mese o anticipate  ) o entrambi i calcoli insieme.

Verrà quindi presentata una tabella con tutti i movimenti creati che potranno essere variati, cancellati o inseriti di nuovi.

E’ possibile indicare se un dato risultato incerto. In questo caso verrà sempre tenuto separato nell’analisi del piano finanziario.

Tramite il bottone ‘Aggiorna e/c’ verrà verificato se il documento indicato è stato incassato o pagato (leggendo dalla contabilità): lo stato quindi del movimento diventerà ‘Confermato’.

E’ possibile comunque modificare lo stato e addirittura rinviarlo ad una scadenza successiva. In questo ultimo caso basterà cambiare lo stato ed indicare la nuova scadenza, e nel ricalcolo del mese del rinvio verrà aggiunta la riga rinviata.

Una volta calcolato potranno essere ricercati per data scadenza, per la descrizione o per il singolo conto finanziario.Possono essere selezionati solo i dati in attesa, confermati, rinviati o solo gli incerti. Altro criterio di selezione può essere dal tipo di calcolo di provenienza: impostati, scadenziario, manuali e anticipati.

Una volta terminata l’elaborazione potrà essere chiuso il mese per non  ricalcolarlo di nuovo. In caso si volesse ricalcolarlo basterà riaprire il periodo.

Anticipazione credito

L’anticipazione del credito  consente di preparare le distinte , selezionandoli per scadenza, data documento, singolo clienti, gruppo commerciale o amministrativo, o banca di appoggio.

Una volta confermato il filtro con il tasto CERCA verranno presentati i documenti e sarà possibile selezionarli manualmente. Se si vuole averli in automatico già selezionati, nel filtro iniziale basterà cliccare sul check ‘Seleziono automaticamente i documenti’.

E’ possibile modificare la scadenza e l’importo anticipato della singola fattura.L’importo anticipato viene calcolato se è stata inserita la percentuale di anticipo nella tabella dei conti per la banca inserita.E’ quindi necessario selezionare la banca per l’anticipo e confermare la data della presentazione. Verrà quindi assegnato un numero progressivo per anno della presentazione.

Una volta confermata si potrà creare il movimento contabile corrispondete all’anticipo.

E’ possibile modificare o annullare una presentazione, ricercandola dal filtro (indicando il numero 2017-00001).

Impostazione piano

4uattro prevede la gestione di un piano finanziario, in cui oltre ad analizzare i singoli conti correnti, le scadenze attive e passive, permette di impostare movimenti previsionali di entrate-uscite.

In questa procedura è possibile inserire dei movimenti di entrata o uscita, con una descrizione ed un ipotetico importo con cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale. In fase di calcolo del piano finanziario verrà inseriti i movimenti pre-impostati .Associati al periodo è possibile indicare anche la priorità (bassa-media-alta), che verrà sempre presentata nel piano finanziario. E’ necessario indicare da quando si prevede l’entrata-uscita(mese di inizio)  nel caso di movimenti  trimestre-semestre. Ad esempio se l’inizio è indicato con Febbraio, la procedura creerà i movimenti ad Aprile, Luglio, Ottobre, Gennaio. E’ possibile indicare anche una data di fine del movimento. Automaticamente la procedura creerà il movimento con data fine mese, altrimenti basta inserire un giorno fisso che verrà utilizzato per tutte le scadenze.

E’ possibile inoltre indicare se il movimento  prevede l’arrivo/emissione di una fattura. In questo caso se viene indicato che la fattura arriva ‘nel tempo indicato’ allora la procedura che crea i movimenti dei singoli mesi, verificherà se esiste un documento già registrato in contabilità sul conto cliente-fornitore inserito nel periodo di calcolo.

Ad esempio la fattura di un leasing è sempre regolare. E’ possibile inserire che mensilmente esiste un movimento dell’importo del leasing , cosi da poter calcolare le uscite previsionali dell’anno. Automaticamente la procedura in fase di aggiornamento del mese, annullerà la riga del mese previsionale e manterrà solo quella reale dalla scadenziario contabile.

Nel caso invece  di una fattura ‘fuori dal tempo previsto’,  non verrà annullato in automatico il movimento previsionale del mese, ma andrà cancellato manualmente dall’utente (solo all’arrivo del documento reale).

E’ possibile indicare già il conto finanziario su cui verrà inserito il movimento, se pre-definito.

In questa fase devono anche essere inseriti i movimenti iniziali, all’avvio della procedura, con i saldi reali dei conti correnti.

 

STATEMENT

wallysoft richiede ai suoi collaboratori di proteggere e promuovere con coraggio i suoi valori cardine, fra i quali: a) dignità umana; (b) rifiuto di ogni discriminazione ingiusta e valorizzazione sia del merito sia delle diversità individuali e culturali; (c) rispetto della libertà e dei diritti fondamentali; (d) avanzamento dell’uguaglianza; (e) responsabilità e riconoscimento-adempimento dei doveri nei confronti della comunità; (f) onestà, integrità e professionalità; (g) incentivazione degli studi e delle ricerche scientifiche; h) equità, imparzialità, leale collaborazione e trasparenza.