Chiusura mensile e annuale

Chiusura mensile e annuale

In questa sezione di 4uattro sono presenti le seguenti procedure:

  • Liquidazioni iva
  • Dichiarazioni iva
  • Riepilogo iva
  • Libri fiscali
  • Elenco tributario RSM
  • Certificazioni
  • Ammortamenti
  • Chiusure annuali
  • Libro beni
  • Spesometro
  • Intrastat

Liquidazione iva

Per effettuare la liquidazione iva è necessario indicare il codice dell’attività dell’azienda, l’anno ed il mese. La procedura verifica se è già stato calcolata la liquidazione. Se la liquidazione iva viene calcolata al momento, per poter confermare i dati è necessario utilizzare il bottone SALVA. Solo dopo averla salvata è possibile stampare il report della liquidazione e quello con i dettagli. La liquidazione comunque può essere cancellata e ricalcolata. Ovviamente non può essere cancellata se ne esiste una successiva già salvata oppure se è già stata effettuata la dichiarazione iva.

Dichiarazione iva

La dichiarazione iva consente, dopo aver calcolato le singole liquidazioni iva, di preparare il file xml richiesto per la comunicazione della liquidazione periodica, definita con il provvedimento pubblicato lo scorso 27 marzo 2017 dall’Agenzia delle Entrate .

Dopo avere indicato il codice dell’attività dell’azienda, l’anno ed il mese, la procedura verifica se è già stato calcolata la liquidazione dei singoli mesi e ricalcola al momento i dati del trimestre. Per poter confermare i dati è necessario utilizzare il bottone SALVA. Solo dopo averla salvata è possibile preparare il file xml o il report di controllo. La dichiarazione comunque può essere cancellata e ricalcolata.

Riepilogo iva

La procedura permette di ottenere un report riepilogativo di tutti i registri iva per l’intero anno, suddiviso per codici iva e registro. Al termine del report viene presentato il totale del QUADRO VT : Vendite e prestazioni a privati.

Libri fiscali

La procedura consente la stampa in diversi formati dei registri iva, corrispettivi, giornale bollato e giornale di cassa.

La stampa può essere fatta per singolo mese e può essere nei seguenti formati:

  • provvisoria
  • definitiva: nel giornale bollato e di cassa viene assegnato il numero progressivo (CONGIOR). Nel registro iva corrispettivi viene assegnato il numero di protocollo di giornata. Nella stampa dei registri viene assegnata la data di stampa. Una volta stampato in definitivo il bollato-registro non sarà possibile modificare più alcune registrazione di quel periodo. In caso è possibile annullare la stampa utilizzando la voce ‘Annulla la stampa’.
  • ristampa: è possibile ristampare il giornale o il registro, ovviamente mantenendo il protocollo o giornale precedentemente assegnato.

La procedura prevede inoltre di Rinumerare il protocollo del registro, indicando il primo numero da utilizzare.

E’ importante ricordarsi che in caso di annullamento del giornale bollato o rinumerazione del registro iva è necessario al termine della procedura aggiornare la tabella dei numeri che si trova nel menù Configurazioni-Generali, indicando l’ultimo utilizzato dalla procedura.

Sempre in caso di annullamento del giornale bollato o rinumerazione  del registro la procedura controlla se esiste un periodo successivo già stampato. In questo caso è necessario partite per annullare le stampe dall’ultimo periodo fino ad arrivare a quello interessato.

Nel caso di volesse rinumerare il registro dei corrispettivi basta annullare la stampa definitiva e ripeterla, ovviamente dopo aver aggiornato il numero di protocollo nel menù Configurazioni-Generali, indicando l’ultimo utilizzato dalla procedura.

 

Elenco tributario RSM

Certificazioni

La procedura prevedete la stampa delle certificazioni dei compensi erogati a collaboratori occasionali o autonomi.

Il documento, redatto in forma libera, deve attestare i dati dell’erogante (l’associazione) e del lavoratore percipiente, la natura del compenso, l’ammontare complessivo delle somme e dei valori corrisposti oltre che delle ritenute operate e versate.

E’ possibile stampare la singola certificazione del collaboratori e tutte quelle emesse. Le certificazioni previste sono per i fornitori o come clienti. Se necessario per un controllo, è possibile richiedere la stampa dei singoli documenti.

Ovviamente verranno stampati tutti i documenti pagati/incassati nell’anno in corso, su conti che prevedono la gestione delle ritenute, di cui è stato registrato il dettaglio per la suddivisione dell’imponibile soggetto, non soggetto, non imponibile e sui cui è stata calcolata la ritenuta.

 

Ammortamenti

La gestione del calcolo degli ammortamenti consente per categoria,sezione o singolo cespite tre diverse procedure

  • simulo il calcolo
  • calcolo ammortamenti e creo i movimenti
  • creo i movimenti per le mini-plusvalenze

Nel caso di creazione dei movimenti, richiede la data di registrazione e la causale degli ammortamenti.

La simulazione del calcolo prevede un report con un calcolo provvisorio dell’ammortamento dell’anno, in base alla categoria-classe del cespite e di alcuni parametri inseriti nella stessa scheda cespite ( se usato e se l’ammortamento deve iniziare ad una data precisa).Viene inoltre rilevato, in caso di una vendita nell’anno del cespite, dell’eventuale minu-plusvalenze.

Solo con il calcolo definitivo viene effettuato la registrazione sul conto dell’immobilizzazione delle singole scende cespiti ed il conto di fondo. Ovviamente per gli oneri pluriennali andrà inserito nella scheda del cespite alla voce ‘Conto fondo’  il  conto delle immobilizzazioni. Nella rilevazione delle mini-plusavelenze viene creato il relativo movimento contabile.

Per maggiori dettagli della gestione cespiti leggi anche:

  • Amministrazione-Piano dei conti – Cespiti
  • Amministrazione-Movimenti-Dettaglio cespiti

 

Chiusure annuali

La procedura prevede due fasi: la chiusura economica on la rilevazione del risultato d’esercizio e la chiusura e apertura patrimoniale.

Chiusura economica

Viene automaticamente selezionato l’anno precedente alla data odierna. La data di registrazione e di competenza vengono assegnati come 31.12.anno di chiusura. Come data di registrazione viene usata solitamente  la data di approvazione del bilancio. La “Data competenza” delle chiusure è invece 31/12 dell’anno in chiusura. La causale di registrazione e di rilevazione utile, come il conto profitti e perdite e utile/perdita vengono letti dai dati di default aziendali.
La causale utilizzata per i movimenti di chiusura deve essere codificata come ‘Prima nota chiusura’.
Il programma crea in background, per i mastri di tipo Economico, i movimenti di chiusura che possono essere uno o più a seconda del numero di conti aperti. Appena la chiusura sarà conclusa verrà inviata una notifica che prevede un report con l’elenco dei conti chiusi e i riferimenti alle registrazioni create. Se si vuole annullare le chiusura basta cancellare le registrazioni create,i cui numeri sono riportati nel report.

Chiusura e apertura patrimoniale

Come per la chiusura economica, vengono assegnati tutti i conti e le causali inseriti nei dati di default aziendali.Come data di registrazione viene usata solitamente la data di approvazione del bilancio.  La “Data competenza” delle chiusure è invece 31/12 dell’anno in chiusura. Stesso discorso per le dati di apertura: la data di registrazione uguale alla di approvazione del bilancio e la data di competenza 01/01/dell’anno in apertura

Il programma crea in background i movimenti di chiusura dei conti i cui mastri sono di tipo Patrimoniale al conto Bilancio di Chiusura, e i movimenti di apertura tra gli stessi conti e il conto Bilancio Apertura.Appena la chiusura sarà conclusa verrà inviata una notifica che prevede un report con l’elenco dei conti chiusi e i riferimenti alle registrazioni create. Se si vuole annullare le chiusura basta cancellare le registrazioni create,i cui numeri sono riportati nel report.

Per verificare che la chiusura abbia avuto esito positivo e quindi che tutte le voci di bilancio siano movimentate ma con saldo pari a zero, puoi elaborare il bilancio di verifica abilitando il check ‘Con chiusura anno in corso’.

 

Libro beni

La stampe del libro dei beni ammortizzabile può essere effettuata per singolo cespite, categoria o sezione.

E’ possibile avere il dettaglio dei movimenti dell’anno o dell’intera storia del cespite.

Il report presenta solo i beni in carico, ma è possibile avere solo i beni ammortizzati nell’anno oppure tutti i beni inseriti.

Spesometro

La trasmissione delle Comunicazioni Dati Fatture emesse e ricevute è un obbligo introdotto dall’articolo 4 del decreto legge n.193 del 22/10/2016. L’art 1-ter del decreto legge 16/10/2017 n.148 ha introdotto semplificazioni dell’adempimento.

Per trasmettere la comunicazione Dati Fatture, occorre preparare un file xml che rispetti le specifiche tecniche e che, in particolare, contenga:

  • i dati identificativi del soggetto a cui si riferisce la comunicazione (per le fatture emesse come cedente/prestatore, per le fatture ricevute come cessionario/commettente)
  • i dati delle controparti e, per ognuna, i dati delle operazioni effettuate nel periodo di riferimento.

Prima di generare il file XML è possibile stampare l’elenco per clienti o fornitori, in cui vengono presentati i dati delle operazioni effettuate nel periodo di riferimento.

In fase di esportazione del file verrà richiesta la data impegno, codice fiscale di chi effettua la trasmissione, il codice carica, ed il numero invio (da valorizzare solo nel caso si voglia assegnare una propria identificazione univoca).

Intrastat

Il modello Intrastat, denominato anche Elenco Intrastat, è stato introdotto dall’art. 50 del D.L. 331/1993 a seguito dell’abolizione delle barriere doganali all’interno della Comunità Europea nel 1993.

I dati degli scambi intracomunitari di beni e di servizi effettuati con il resto della comunità europea vengono rilevato in fase di registrazione dei documenti vendita o acquisti. E’ possibile comunque modificarli od aggiungerli anche manualmente; alcuni dati, come trasporto e consegna vengono letti dai parametri dell’azienda.

4uattro all’ingresso della procedura prevede la possibilità di visualizzare i dati, stampare un report di controllo o i riepiloghi intastat o esportare il file. E’ necessario indicare il periodo di riferimento. Con il bottone Cerca viene preparato a video l’elenco dei movimenti provenienti dalle vendite-acquisti in cui selezionando la riga è possibile variare i dati, o con il bottone aggiungi riga inserire dei dati non previsti dai flussi dei documenti. Il report di controllo presenta i singoli documenti con le singole righe. I riepiloghi (Modello 1-2 Intra Bis – Quater ) vengono invece totalizzati per partita iva o singolo documento in caso di servizi.

 

STATEMENT

wallysoft richiede ai suoi collaboratori di proteggere e promuovere con coraggio i suoi valori cardine, fra i quali: a) dignità umana; (b) rifiuto di ogni discriminazione ingiusta e valorizzazione sia del merito sia delle diversità individuali e culturali; (c) rispetto della libertà e dei diritti fondamentali; (d) avanzamento dell’uguaglianza; (e) responsabilità e riconoscimento-adempimento dei doveri nei confronti della comunità; (f) onestà, integrità e professionalità; (g) incentivazione degli studi e delle ricerche scientifiche; h) equità, imparzialità, leale collaborazione e trasparenza.